Cooking style Italian design, made in italy

Cooking style Italian design

07 Giu Cooking style Italian design, made in italy

Cooking stile del design italiano: il design Che noia è la vostra cucina?

Al giorno d’oggi molti giovani designer sono coinvolti nella trasformazione, progettazione e re-inventare la nostra cucina tradizionale e mobili. Date un’occhiata ad alcuni prodotti freschi che reinventano la nostra normale “vita di cucina”!

 

Stile di cucina design italiano: Un progetto, due parole per capirsi, tre anime (due maschi e una femmina) che si sono incontrati per la progettazione di prodotti con l’obiettivo di ‘lievitazione’. Il  Studio Lievito  è iniziato nel 2010 da Laura Passalacqua, Francesco Taviani e Jacopo Volpi, si definisce come un legame tra passato e futuro: un recupero di abilità artigianali per riscaldare la moderna tecnica di produzione industriale. Affinamento per la produzione in serie della mano, in serie assemblando pezzi unici di rispondere l’urgenza di una ‘ slow design ‘, al passo con il mercato contemporaneo. Il risultato sono progetti scioccanti che sfidano le routine di tutti i giorni, con gesti semplici ma spiritosi, dove i dettagli fanno la differenza.

 

style creativo
Design minimal

Design minimal 1 #
Design minimal 2 #

 

Elementare  è un piano di pura geometria ideale per sperimentare con il cibo. Forme primarie che rotolano fuori, si sbriciolano, tritare e tornano ai loro posti seguendo le regole del ‘gioco’. La sfera si sgretola le spezie, il cilindro rotola fuori la pasta e rompe la carne, il cubo squame di pesce, il prisma braciole le verdure.

Design minimal 3 #Design minimal # 4Design minimal # 5

 

 

Lotec  è un libro di cucina 2.0 accessibili direttamente seduti al tavolo. Il modello legate al tema che rende le piastre contiene 9 diversi codici QR legate a 9 diverse categorie di ricette. Indicando lo scanner di codici a barre per il piatto fondo si possono trovare le ricette di secondi piatti di carne, pesce o verdure, mentre la scansione del piatto da dessert si possono scoprire antipasti, contorni e dessert. I codici disegnati su lastre piane dall’altro nascondono ricette di secondi. L’URL collegato a qualsiasi codice a barre funziona in modo casuale, in modo che ogni volta che si controlla il codice si ottiene un ricette diverse.

 

design tech #1design tech #2

 

 

Balancerie  – progettato da  Xiaowei Yu  e  Marianna Milione  – è una bilancia da cucina che esprime i valori della cucina tradizionale italiana, promuovendo la preparazione di prodotti da forno fatti in casa. La ricerca di autenticità nel cibo si esprime anche nel prodotto: la misura non è perfetto, come i piatti fatti in casa sono imperfetti.

Il prodotto è costituito da solo quattro elementi: una stecca di legno, dove è incisa la scala di misura, una ciotola, un peso e una base, tutti realizzati con un composito di polimero e pietra. Questo materiale ricorda il marmo, ma non è freddo come questo, è caldo e ha un tocco morbido come la ceramica. La bilancia da cucina funziona con il bilanciamento della canna. La prima cosa da fare è decidere il peso dell’ingrediente, cercando su misura inciso e spostando l’asta. Poi, l’aggiunta nella ciotola l’ingrediente, l’asta si muove e quando è parallelo, il peso è corretto. Non è possibile identificare il peso esatto, ma non è così importante perché i prodotti da forno artigianali non necessitano di questo preciseness, al contrario dei prodotti dell’industria alimentare: il loro valore sono imperfezione e l’autenticità.

 

design tech #3

design tech #4

 

 

Tuls  è un set di posate per la riproduzione e ri-scoprire il rituale del mangiare disegnato da  Marianna MilioneFabian Herrera  e  Lara Caffi . Ogni pezzo propone nuovi gesti, usi e sensazioni.

In un mondo dove mangiare veloce è l’abitudine, il progetto vuole dimostrare che è possibile conoscere meglio il cibo se viviamo l’atto del mangiare in una sperimentazione: nuovi strumenti è possibile allenare i nostri sensi ed avere una nuova consapevolezza . quello che stiamo mangiando
Il set è composto da sei posate e le carte che mostrano tre differenti approcci al cibo profumato: mangiare lento, la stimolazione tattile e stimolazione olfattiva.

Il primo approccio, mangiare lento, permette di gustare meglio il cibo, perché aiuta a capirne le qualità organolettiche: se stiamo mangiando lentamente, è possibile pensare al gusto, l’odore, la forma e la consistenza del cibo. Gli strumenti per la stimolazione tattile vogliono sottolineare la consistenza del cibo: così, se si mangia un gelato cremoso con un utensile duro e appuntito, le sue caratteristiche sono enfatizzati e contrastata e questo ci confonde. Le carte profumati propongono diversi aromi: il loro scopo è quello di mostrare l’importanza dell’olfatto durante l’atto del mangiare. Le carte sono aggiunti gli strumenti e con questi è possibile sottolineato i sapori del cibo o creare contrasti tra l’odore e il sapore.

 

design tech #5Design italiano per la cottura

 

 

Sesto operaia is a cutlery set by Marianna MilioneMartina Milano, and Ehud Eldan. “Vergella, Blumo e Bramma” are a fork, a spoon and a knife, but they are also “working tools in disguise”: the embossed name, the hole, the weight and the material remaind to the workers that they are working for the factory in Sesto San Giovanni – a city in Milan metropolitan area – even while eating.

 

stile italiano

 

stile italiano # 1

 

 

Le città di oggi hanno sempre crescente numero di residenti appartenenti a minoranze etniche e la cucina è il modo più diretto per sperimentare culture diverse al proprio.  Marta Carboni Lavinia  creato una serie piatto chiamato Piatti tipici , una collezione che riflette la nostra società attuale.

Così è stato chiesto ad un residente appartenenti a ciascun gruppo etnico che dei loro pasti tradizionali potrebbero essere preparati con gli ingredienti disponibili a Milano. Poi gli ingredienti sono stati fotografati e divisi in otto diverse macro aree. In questo modo sono state prodotte undici diverse combinazioni di colori, uno per ogni piatto. Infine, i colori sono stati trasformati in modello diverso, ispirato dalla preparazione e l’aspetto del piatto. Essendo stato reso con un computer, i disegni sono stati poi trasformati in decalcomanie e applicati manualmente per piatti a mano che era stato creato in collaborazione con un laboratorio di ceramica.

 

Design italiano per la cottura # 1

Design italiano per la cottura # 2

 

Design italiano per la cottura # 3

 

Design italiano per la cottura # 4

 

Design italiano per la cottura # 5

 

 

Bilancia di Archimede  da  Studio Acquacalda  è una ciotola di cibo graduata utilizzato come scala se immerso in acqua: la profondità di immersione indica il peso del contenuto.

La galleggiabilità: ” Un corpo immerso (totalmente o parzialmente) in un fluido riceve una spinta verticale chiamato galleggiabilità (bottom-up) di intensità pari al peso di una massa di fluido di forma e volume uguale alla parte sommersa del corpo. il punto di applicazione della galleggiabilità, chiamato centro di spinta, è sulla stessa riga del gradiente di pressione che sarebbe il centro di massa della porzione di fluido che occupare lo spazio effettivamente occupato dalla parte immersa del corpo.

 

cucina # 6

Condividi
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.